lunes, 8 de marzo de 2010

¡Feliz Día de la Mujer!


DONNA
Come un uomo hai zappato la terra,
sei stata la più grande DONNA,
hai sofferto quale la Madonna
la assenza per la guerra, de tuoi figli.

Le navi ti hanno fatto piangere
quando vedevi tuo marito partire,
ed anche al lasciare i tuo cari
quando andando tra lui, tu partivi.

Era un nuovo mondo questa terra
erano diversi gli abitudini
ma con il pianto in gola
senza dire una parola, tu seguivi.

quante notti il cuscino allagavi
però all' alba, era il sole nuovo
che altro giorno de pena portava
ed di nascosto alla tua terra pensavi

con i figli e nipoti forse sei tornata
un' altra volta il pianto perché ti mancava
un pezzo del anima, in quel tempo lasciata
Dopo tanto tempo, dopo tanti anni
Oggi per loro, tu sei straniera
perche ti nominano la Americana
e sentendo la angoscia ti chiude la gola
mentre in America, LA TANA tu sei.
Oggi nel tuo giorno ti voglio onorare
perché sei la donna più grande del mondo
malgrado le penne, la angoscia nel cuore,
la gioia negli occhi ed un bel sorriso, tu conservi.
grappa, 7 marzo 2010
 
Graciela Parrotta
BAHIA BLANCA (Bs.Aires)
ARGENTINA
http://www.messaggerocalabrese.com.ar

No hay comentarios:

Publicar un comentario